Quanto è solido il tuo modello di business?

Fare impresa, da quando esiste la formula del franchising, non è stato mai così semplice, almeno in apparenza.

Se vuoi metterti in proprio senza dover partorire l’idea del secolo, puoi decidere di affiliarti: hai così un brand importante che dà lustro alla tua insegna e prodotti di grande appeal da commercializzare.

Partire con un franchising ha i suoi bei vantaggi all’inizio, ma se pensi che questo modello di business sia a prova di bomba, guardiamo insieme l’altra faccia della medaglia.

Stessa cosa vale se sei un rivenditore, anche multimarca, che commercializza prodotti realizzati da altri.

Misura la tua voglia di indipendenza

Metterti in proprio è solo il primo passo verso la tua indipendenza. Hai aperto la tua partita iva, hai inaugurato il tuo punto vendita, ed è proprio adesso che devi misurare la tua voglia di indipendenza.

Stai iniziando a vendere i prodotti che compri dalla casa madre, che ti comunica le campagne promozionali del mese e si occupa della comunicazione, almeno a livello nazionale.
Sembra tutto fantastico, fino a quando non ti accorgi che:

1. Non puoi decidere il prezzo di vendita al pubblico (al netto degli sconti) così come il prezzo d’acquisto con il tuo fornitore. Quindi mediamente il tuo margine su ogni vendita è fisso e non puoi influenzarlo.

2. Aprendo un franchising hai scelto di delegare il marketing alla casa madre, e non hai voce in capitolo.

In pratica sei proprietario di un’attività commerciale ma non hai controllo né sulla produzione, né sui margini, né sul marketing.

Ma allora quanto controllo hai sul tuo business? In che modo puoi farlo crescere integrando la tua offerta con prodotti e servizi pensati da te ad elevata marginalità?

Più riesci a muoverti in questa direzione, più alimenti la tua voglia di indipendenza, di costruire un business in grado di generare benessere per te, per i tuoi dipendenti e per i tuoi clienti.

Ascolta il tuo pubblico e fai qualcosa di speciale per lui

È proprio così. Anche se hai un franchising devi commercializzare un tuo prodotto o servizio, e lavorare sul suo marketing.

Proprio tu che eri convinto che avrebbe pensato a tutto il franchisor, adesso devi rimboccarti le maniche se vuoi far crescere la tua azienda.

Parti dall’osservazione e dall’ascolto dei tuoi clienti. Al di là del prodotto principale che comprano da te, ci sono problemi o esigenze che ancora non vengono soddisfatte dal marchio al quale sei affiliato?

Ecco alcuni esempi:

1. Vendi auto: in che modo il costruttore che rappresenti si prende cura dei tuoi clienti, insegnando loro a viaggiare in sicurezza padroneggiando tutti i sistemi di assistenza alla guida di cui sono dotate le auto moderne? Se non lo fa, è un’area di business che puoi attaccare con dei corsi dedicati.

Per non parlare poi dei corsi di guida sicura: non ho ancora conosciuto un concessionario che promuove, magari in partnership con aziende specializzate, corsi di guida sicura per i suoi clienti in abbinata all’acquisto dell’auto.

2. Se sei nel settore della vendita di servizi digitali, come i siti web, quali servizi aggiuntivi di assistenza puoi proporre ai tuoi clienti per garantire loro un ritorno dell’investimento massimo in tempi rapidi?

3. Sarà un caso che nella grande distribuzione le varie insegne stiano dando sempre più spazio ai loro marchi privati?

Alla base di un business model solido c’è il principio “Se non lo produco, non lo vendo”.

Solo se hai il controllo sulla produzione, e quindi sul margine, dei tuoi prodotti o servizi, e puoi manovrare le leve di marketing prendendo internamente tutte le decisioni, allora si può dire che hai in mano il timone della tua azienda.

Pensi ancora di avere le mani legate?

Se stai pensando che nel tuo caso hai le mani legate, che non ci sono spazi per creare qualcosa di tuo, ti lascio una risorsa preziosa che devi assolutamente leggere tratta dal blog di Frank Merenda.

Scopri come, anche se vendi pitture, puoi costruire un tuo brand e far prosperare la tua azienda:

Come trasformare una delle peggiori idee che siano mai balenate nella testa di un imprenditore… in un business stratosferico senza limiti di espansione. 

Nel corso della mia carriera mi sono trovato molte volte a progettare, con aziende di diversi settori, servizi e prodotti che potessero rimpolpare la cassa e rendere più felici i clienti.

Ecco perché voglio offrirti una sessione di coaching gratuita per trovare, insieme a te, la chiave per accelerare il tuo business.

Contattami tramite il form di contatto del blog oppure ti aspetto nel mio network professionale su Linkedin. Avremo modo di conoscerci meglio e condividere idee ed esperienze utili per la crescita della tua azienda.